Newsletter
20/04/2021
n° 05
in questo numero:
- USA: InStyle USA a favore della diversità e dell’inclusione nel mondo della moda
- Francia: Lo Speciale 500 di M, le Magazine du Monde
- Germania: Handelsblatt, il quotidiano economico-finanziario n.1 in Germania
- UK: Gli Speciali ST Fashion e ST Men di The Sunday Telegraph
- Russia: InStyle Russia – April Issue
- K.media: K.media è su Instagram!

A cura di: Arianna Rimoldi
InStyle USA a favore della diversità e dell’inclusione nel mondo della moda
A seguito delle proteste del movimento “Black Lives Matter” del 2020, nonché degli episodi razzisti verificatisi all’interno della “fashion industry”, le aziende di moda hanno promesso di abbracciare politiche più inclusive. The New York Times ha cercato di capire se questo cambiamento di rotta si fosse concretizzato: partendo dal programma delle sfilate di New York, Milano, Londra e Parigi, il quotidiano ha selezionato 64 brands di abbigliamento femminile, che vantano prodotti di tendenza, designers celebri e un’ispirazione creativa legata alla “Black culture”. Dopodiché, sono state analizzate le singole entrate annuali (più di 50 milioni di dollari all’anno) e le relative pagine Instagram (più di 1 milione di followers). L’indagine ha poi coinvolto 15 importanti grandi magazzini e piattaforme di vendite online e i principali magazine femminili del sistema, fra i quali spicca InStyle USA. La testata, infatti, si è sempre contraddistinta dalle altre riviste di moda per l’approccio fortemente inclusivo che la caratterizza. Il motto coniato da Laura Brown, Editor in Chief, è “Everybody’s In”: tutti sono i benvenuti quando si tratta di InStyle!
Nel 2020 ben 5 cover su 12 ritraevano celebrità afroamericane: Kerry Washington sul numero di Marzo, Alicia Keys su quello di Luglio, Zendaya e Cynthia Erivo rispettivamente sulle September e October Issues e, per finire, il premio Oscar Viola Davis sul numero di Dicembre.
Sulla January Issue di quest’anno, invece, sono apparse le interviste a Barack Obama, ex Presidente degli USA e al musicista Jon Batiste. Da segnalare, inoltre, l’articolo dedicato alla città di Atlanta, sul numero di Marzo, alla cui realizzazione hanno contribuito i fotografi Ahmad Barber, Donté Maurice, Chrisean Rose, il musicista Okorie OkCello, le modelle Jaycina Almond, Akon Adichol e Keisha Lance Bottoms, il sindaco della città, anch’ella di colore.
Lo studio condotto dal The New York Times ha messo in evidenza quanto sia InStyle USA sia Vogue, uno dei suoi principali competitors, si siano impegnati a commissionare determinati articoli e servizi fotografici ad almeno il 15% di fotografi e scrittori afroamericani.
Ricordiamo che InStyle porta con sé un altro concetto distintivo, ideato da Laura Brown, ovvero quello delle “Badass Women”: con questa espressione, la Editor in Chief e il team editoriale vogliono riportare le donne al centro del “franchise”, sottolineando quanto sia fondamentale oggigiorno badare alla sostanza e non all’apparenza. Negli ultimi anni, infine, la rivista si è avvalsa del contributo di celebri scrittori e giornalisti su tematiche delicate, quali l’attivismo (si pensi al movimento #MeToo) e la difesa dei diritti umani.
Lo Speciale 500 di M, le Magazine du Monde
Per questo numero speciale, pubblicato il 16 Aprile, Marie-Pierre Lannelongue e il suo team editoriale hanno riservato una sorpresa particolare ai lettori del magazine: al fine di spiegare il significato profondo di ogni cover e le riflessioni che si celano dietro alla scelta finale di ognuna di esse, sono state riproposte le 500 copertine che hanno caratterizzato M nell’ultimo decennio. Fedele, fin dall’inizio, a una concezione di inclusività e di apertura al “diverso” nella selezione dei soggetti e delle immagini, la redazione non si è mai posta dei limiti nella trattazione delle svariate tematiche affrontate nel corso degli anni.
Le 500 cover rispecchiano l’evoluzione della società: gli eventi e i cambiamenti che hanno influenzato la nostra epoca, si riflettono nelle pagine di M e, in primis, nelle cover. Basti pensare alla copertina nera, apparsa dopo l’attentato di Charlie Hebdo, avvenuto nel Gennaio 2015 o alla tripla cover blu, bianca e rossa, pubblicata la settimana successiva agli attacchi del 13 Novembre dello stesso anno.
In occasione di questa ricorrenza eccezionale, la copertina non poteva essere da meno: tutta bianca. La redazione di M invita i lettori a realizzare la propria cover personalizzata, utilizzando adesivi per celebrare l’uscita del 500° numero della testata. Le creazioni più belle saranno postate sull’account Instagram ufficiale @m_magazine.
Ricordiamo che M vanta una distribuzione di 330.685 copie alla settimana per un totale di 1.7 milioni di lettori settimanali (fonti: Diffusione: ACPM/OJD 2019-2020 – Lettori: One Next 2021 V1).
Per quanto riguarda la parte web, la sezione M le Mag di lemonde.fr registra 20 milioni di page views mensili (fonti: ONE Next 2021 V1 indicateurs Lecture 30j / LDP / AT Internet Moyenne 2020) mentre gli account Instagram e Facebook contano, rispettivamente, 328.000 e 209.000 followers (fonte: Cumulative social networks to December2020; AdcastOctober 2020).
Handelsblatt, il quotidiano economico-finanziario n.1 in Germania
Ad oggi Handelsblatt vanta una serie di primati:
- è il “media brand” più affidabile in Germania (fonte: Sondaggio media-tenor 2019)
- è “IL” quotidiano economico-finanziario per eccellenza in Germania
- è il quotidiano più letto nell’industria finanziaria
- è stato insignito del premio di “European Newspaper Award” e rappresenta il filo diretto con i “trendsetters” dotati di un elevato potere d’acquisto.
Quest’anno Handelsblatt compie 75 anni: per il 7 maggio è prevista un’uscita speciale, dedicata espressamente all’anniversario.
In questo arco di tempo, il quotidiano si è evoluto, passando da un’impostazione finanziaria tradizionale a un format innovativo, che offre un brand a 360 gradi comprendente una piattaforma digitale e mobile, podcast, newsletter ed eventi, tavole rotonde e un business club esclusivo.
L’obiettivo principale del gruppo Handelsblatt consiste nel fornire ai propri lettori e users un’ottima qualità giornalistica, interpretata e trasmessa in un contesto attuale. Ogni settimana (spesso anche un paio di volte) Handelsblatt dedica delle sezioni, all’interno del quotidiano, a tematiche particolari: eco-mobility, mondo universitario, sostenibilità e tanto altro.
Ricordiamo che Handelsblatt è venduto in 128.217 copie, di cui 84.501 in abbonamento (gli abbonati sono aumentati del 9% negli ultimi 10 anni) e raggiunge 524.000 lettori (fonte: MA 2020). Costoro sono prevalentemente decision makers (231.000 – fonte: LAE 2020), uomini (82%) e sui 44 anni di età. Infine, in merito alla parte web, handelsblatt.com vanta 10.59 milioni di unique users al mese (fonte: AGOF Gennaio 2021). Come per la stampa, l’audience del sito (per il 62% maschile) gode di redditi alti, di un livello culturale elevato e di una posizione socio-economica abbiente, svolge funzioni manageriali e ama spendere molto in prodotti qualitativi e di lusso.
Gli Speciali ST Fashion e ST Men di The Sunday Telegraph
Focalizzati sulle ultime tendenze della stagione Primavera/Estate 2021, i contenuti editoriali di ST Fashion e ST Men (allegati alle copie del The Sunday Telegraph, distribuite a Londra & South East) mirano a trasmettere una concezione di moda ben precisa: indossare un capo o un accessorio significa esplorare, nel profondo, le idee e le emozioni che hanno portato alla sua creazione.
Fra i contenuti di ST Fashion, pubblicato il 7 Marzo, troviamo un articolo su Simone Rocha e le sue collezioni moda donna, un servizio su Kate Middleton e il suo guardaroba di lusso e l’intervista alla modella plus size Alva Claire, cover star del numero.
All’interno di ST Men (uscito il 4 Aprile) spiccano, invece, l’intervista a Luke Thompson, attore del momento, un editoriale sull’evoluzione del brand Omega negli ultimi anni e un articolo sulla Tod’s Academy, in partnership con la “Central Saint Martins Fashion School” di Londra.
Ricordiamo che ST è l’unico supplemento “luxury” di un quotidiano domenicale pubblicato nel Regno Unito (5 uscite all’anno per il 2021).
InStyle Russia – April Issue
Il numero di Aprile di InStyle Russia, pubblicato di recente, contiene numerosi articoli e servizi fotografici dedicati ai “must have” più originali e sofisticati della stagione estiva. In particolare, insieme a questo numero, è stato distribuito il supplemento “Kids”, una vera e propria guida allo shopping per mamme e bambini. Fra i contenuti dell’inserto troviamo:
- Fashion: abbigliamento dalle tinte accese adatto per tutte le occasioni, dalla spiaggia alle visite presso amici e parenti;
- Beauty: nuovi prodotti per la cura della pelle dei più piccoli;
- Lifestyle: attività da svolgere all’aperto;
- Education: consigli sulle migliori strutture scolastiche e su come garantire un’istruzione valida ed efficiente ai propri figli.
Rivolto principalmente a donne tra i 25 e i 34 anni, InStyle Russia vanta un seguito di lettrici benestanti, intraprendenti e fortemente interessate alla mondanità.
Ricordiamo che la testata copre una distribuzione di 85.000 copie, di cui il 58% su Mosca. Per quanto concerne la parte web, instyle.com registra 3.5 milioni di page views al mese e raggiunge 2.14 milioni di unique users mensili per un totale di 140.800 followers sui vari social media (Twitter, Instagram, Facebook e VKontakte). Fonti per Diffusione e Lettori: NRS-Russia - March/July 2020 - project / per Unique Users e Page Views: Yandex.Metric, 2020.
K.media è su Instagram!
Seguiteci sul nostro profilo Instagram e commentate i nostri post!