Newsletter
19/05/2020
n° 05
in questo numero:
- Germania: Il Design come soluzione ai problemi della quotidianità
- Francia: “Porte chiuse, cuori aperti”
- USA: Departures Home + Design – Spring Issue
- Francia: Lo Speciale Design di M, le Magazine du Monde
- Svizzera: Uno Speciale Design “che invita a riflettere”
- Belgio: Due Speciali Design all’insegna del rispetto per la natura

A cura di: Arianna Rimoldi
Il Design come soluzione ai problemi della quotidianità
Lo Speciale Design di Zeit Magazin, pubblicato il 2 Aprile, ha per protagonista la designer e fotografa americana Ana Kraš: oltre a ricoprire il ruolo di “cover girl” del numero, la giovane stilista ha collaborato alla stesura dello stesso, insieme a Claire Beermann.
Nota al pubblico per aver creato le famose lampade “Bonbon”, grazie alle quali oggi è un’icona di Instagram, Ana Kraš si racconta ai lettori del magazine, ripercorrendo le tappe principali della sua infanzia: cresciuta a Belgrado in un’umile abitazione di 50 mq, il tavolo della cucina ha rappresentato per lei e la sua famiglia il fulcro della quotidianità. Ecco perché, nell’ottica della designer, gli oggetti di arredo acquisiscono importanza solo se associati a emozioni o alla risoluzione dei problemi pratici della vita di tutti i giorni.
Ricordiamo che, attraverso la propria impronta creativa e autorevole, Zeit Magazin viene qualificato come “fastmover” poiché spesso anticipa idee/iniziative nuove rispetto ai competitors.
Va evidenziato che il numero di lettori di Zeit Magazin fortemente interessati al design supera di almeno il 25/30% il numero di lettori interessati al design, che leggono gli altri supplementi dei quotidiani/settimanali competitors, ovvero Süddeutsche Zeitung Magazin, Faz Magazin e Icon/Welt.
Il prossimo Speciale Design uscirà in edicola l’1 Ottobre.
“Porte chiuse, cuori aperti”
“Porte chiuse, cuori aperti”: è questo l’incipit dell’editoriale dello Speciale Moda Uomo & Design di L’Express diX, pubblicato il 16 Aprile. Secondo Lydia Bacrie, Editor in Chief della testata, le parole del noto scrittore Alberto Eiguer riassumono perfettamente lo stato d’animo che ci accomuna da più di due mesi: obbligati a vivere confinati nelle nostre abitazioni, nella speranza di poterci riabbracciare al più presto. L’evasione, dunque, è il tema cardine del numero.
Benjamin Voisin, nuovo prodigio del cinema francese, è il protagonista di questo Speciale: per l’occasione, il fotografo David Bailey ha deciso di immortalarlo nella segretezza del suo studio londinese.
Fra i contenuti della rivista, spicca l’articolo dedicato a Milano, realizzato dalla giornalista Sylvie Wolff: nonostante la capitale lombarda abbia dovuto rinunciare alla 59esima edizione del Salone del Mobile, la città rimane comunque la roccaforte del design.
Ricordiamo che L’Express diX vanta una distribuzione di 201.126 copie (fonte: ACPM/OJD 2019), raggiungendo 1.958.000 lettori (fonte: ONE 2017). Per quanto riguarda lexpress.fr, le visite mensili sono pari a 32.725.909 (fonte: OJD Marzo 2020).
Departures Home + Design – Spring Issue
Secondo Dan Rubinstein, Editor di Departures Home+Design, il divano rappresenta la sfida più grande dell’interior design; da qui, la decisione di dedicare la Spring Issue a questo oggetto di arredo.
Nel corso degli anni molti esperti del settore sono letteralmente entrati in crisi di fronte alla scelta del “divano perfetto”: morbido o rigido, nuovo o vintage, alto o basso? Questa edizione di Home+Design costituisce la guida ideale tanto per chi ama il rischio quanto per coloro che necessitano semplicemente di qualche suggerimento: si passa dalle ultime creazioni all’avanguardia provenienti dall’Italia alla tradizionalità del sofà inglese, fino a contemplare delle vere e proprie opere d’arte esposte nei musei iconici del XX° secolo.
Parlando di rischi, le pagine della Spring Issue sono colme di storie di personaggi che se ne sono assunti parecchi durante la propria carriera lavorativa; a tal proposito, non è stato semplice convincere l’artista austriaca Tina Lechner, famosa per le sue splendide fotografie in bianco e nero, a immortalare i tessuti della stagione, caratterizzati da colori brillanti.
Fra i contenuti della rivista, inoltre, spicca un articolo incentrato sulle gallerie e sugli studi di architettura, gestiti da una nuova generazione di creativi, che capovolgono le tradizioni dello scenario del design francese.
Ricordiamo che Departures Home+Design, il magazine interamente dedicato al design e all’arredamento, viene pubblicato 2 volte all’anno, in allegato ai numeri di Maggio/Giugno e Ottobre di Departures. La testata vanta ben 1,6 milioni di copie, i cui lettori hanno un reddito medio annuo pari a $854.631 e spendono globalmente $250,9 miliardi all’anno. L’età media del lettorato è di 49 anni; da segnalare la forte crescita (+46%) del segmento fra i 25 e i 44 anni, mentre la fascia 25-34 anni è aumentata del 195% (fonte: Departures 2020 Readership Survey).
Lo Speciale Design di M, le Magazine du Monde
Marie-Pierre Lannelongue dedica gran parte dell’editoriale al design italiano e rimpiange l’annullamento della Fiera del Mobile, che lei stessa paragona al Festival di Cannes in termini di prestigio. Inoltre, elogia la potenza e la creatività degli imprenditori della Brianza, nonché la loro capacità inimitabile di trasmettere un senso di “savoir faire” di generazione in generazione.
La giornalista Roxana Azimi dedica un’accurata indagine alle conseguenze economiche (e creative) che sono scaturite da questo “non Salone” e all’impatto che tale circostanza ha avuto sui grandi nomi del design “made in Brianza”.
Infine, Marie Godfrain si interessa al filone inesauribile della riedizione dei pezzi iconici dei principali designer internazionali, ovvero Charlotte Perriand, Jean Prouvé, Eero Saarinen, Harry Bertoia, o ancora, la leggendaria coppia Charles e Ray Eames.
Negli ultimi risultati ACPM / OJD, ricordiamo che M ha ottenuto la più alta progressione di diffusione print nel primo trimestre 2020 rispetto al primo trimestre 2019: +15% (Le Figaro Magazine perde 5,79% nello stesso periodo).
L’aumento è particolarmente significativo sul digital: lemonde.fr registra +53% di visite nel primo trimestre 2020 rispetto alla media mensile sui 12 mesi del 2019.
Inoltre, il Gruppo Le Monde è stato recentemente premiato da ACPM per le sue performance, come segue:
- l’aumento più forte della diffusione del quotidiano sulla media annuale su 5 anni: +81.232 copie;
- l’aumento più importante della diffusione di M sulla media annuale su 5 anni: +72.979 copie;
- l’aumento annuale più significativo nella categoria “App Grande Pubblico e Professionisti Attualità/Informazioni generali” per l’App di Le Monde: +34 M di visite nel 2019.
Uno Speciale Design “che invita a riflettere”
Lo Speciale Design di Encore!, pubblicato il 26 Aprile, mira a far riflettere i lettori sulle priorità personali e pratiche che è necessario affrontare durante questo momento complesso. Mai come ora, infatti, ci ritroviamo a stretto contatto con gli spazi delle nostre abitazioni e con gli oggetti di arredo che le caratterizzano. Ed è qui che entra in gioco questo Speciale Design, offrendo una serie di suggerimenti su come abbinare colori, piante e ambienti per creare atmosfere rilassanti e accoglienti.
Fra i contenuti del magazine spicca l’intervista a Philippe Starck, che spiega quanto per lui gli oggetti indispensabili siano semplici ma raffinati allo stesso tempo.
Il prossimo numero dedicato all’arredo uscirà in edicola il 18 Ottobre.
Ricordiamo che Encore! è il principale lifestyle magazine della Svizzera francofona e tedesca; viene pubblicato una volta al mese come allegato ai domenicali Le Matin Dimanche, in lingua francese, e SonntagsZeitung in tedesco.
Nel dettaglio, Le Matin Dimanche vanta una distribuzione di 79.900 copie (fonte: WEMF Auflagebulletin 2019) e raggiunge 333.000 lettori (fonte: MACH Basic 2019‐2) mentre SonntagsZeitung conta 146.126 copie distribuite (fonte: WEMF Auflagebulletin 2019) per un totale di 518.000 lettori (fonte: MACH Basic 2019‐2).
La rivista passa in rassegna le ultime novità in ambito fashion, design e travel. L’eleganza del layout e la spettacolarità della fotografie consentono al lettorato di immergersi in un mondo caratterizzato da raffinatezza, qualità e bellezza.
Due Speciali Design all’insegna del rispetto per la natura
All’interno di questo Speciale Black, dedicato al settore dell’arredo, la redazione di Weekend Knack e Weekend Le Vif celebra il ruolo fondamentale dei designer: “modellare” la realtà che ci circonda, seguendo da vicino la società e la sua evoluzione, che si tratti di progresso tecnologico o sconvolgimento sociale.
In un lungo articolo intitolato “Costruire il futuro”, la giornalista Nathalie Leblanc mostra quanto sia essenziale edificare in maniera diversa, al fine di garantire un futuro al nostro pianeta. Quando “creare e vivere” fa rima con “rispetto per l’ambiente e desiderio di vasti spazi verdi”, l’utopia non è poi così irrealizzabile. Il settore dell’architettura, infatti, è in piena trasformazione ed è costantemente alla ricerca di nuove idee per ripensare alla realizzazione degli edifici in modo più sostenibile.
La natura, tema fulcro del numero, è anche al centro della sezione “Témoignage” grazie al reportage “La grande evasione”, dedicato agli urbani che hanno voltato le spalle alla città per stabilirsi in campagna. La natura diventa un luogo di rifugio in questo periodo complesso e delicato: ne sa qualcosa il fotografo Serge Anton, che ha scelto di trascorrere la quarantena presso la casa di famiglia, situata nella foresta delle Ardenne. Ereditata alla morte del padre, la piccola baracca è stata completamente riprogettata e oggi è uno splendido loft contemporaneo.
Ricordiamo che Weekend Black Knack e Weekend Black Le Vif vantano, rispettivamente, una diffusione di 102.865 e 63.022 copie per un totale di 532.925 lettori (fonti: CIM NRS 2018-2019 / Distribuzione: Print run Cim Brand Report 2018).