Newsletter
12/06/2018
n° 12
in questo numero:
- Russia: La nuova Summer Issue di InStyle Russia
- Svizzera: Annabelle – Speciale Estate
- UK: Evoluzione di The Daily Telegraph: dal modello incentrato sugli abbonamenti stampa a quello delle registrazioni al sito
La nuova Summer Issue di InStyle Russia
Fra i contenuti della Summer Issue di InStyle Russia, che uscirà in edicola il 14 Giugno, troveremo:
- “Turbanti colorati”: variopinti e stravaganti, i turbanti sono il nuovo “must-have” degli amanti della spiaggia;
- reportage sulla première dello spettacolo “Anna Karenina” presso il teatro Bolshoi, scatti tratti dalle sfilate al Barvikha Luxury Village e servizi fotografici sui red carpet più glamour di Mosca;
- intervista a Marco Marchi, Presidente di Liu Jo;
- “Corsetto e pizzo, un connubio perfetto”: da sempre sinonimo di eleganza e sensualità, corsetti e pizzi non passano mai di moda.
Vi ricordiamo che la testata copre una distribuzione di 125.000 copie, di cui il 58% su Mosca.
Annabelle – Speciale Estate
Annabelle è il magazine femminile “per eccellenza” della Svizzera tedesca. La testata si avvale di reportage moda impattanti, di sezioni interessanti sul design ma anche di spunti su temi sociali e pagine dedicate al food e ai viaggi. Lo Speciale Estate, che verrà pubblicato l’11 Luglio, tratterà tematiche legate alla stagione più attesa dell’anno.
Tra i contenuti di questa uscita troveremo:
- moda e bellezza: tutte le tendenze per il look da spiaggia 2018;
- dimore estive: le abitazioni e le destinazioni ideali per un viaggio esclusivo, all’insegna del comfort.
Con una diffusione di oltre 40.000 copie, Annabelle raggiunge più di 230.000 lettrici della Svizzera tedesca.
Ricordiamo che la deadline di prenotazione per gli spazi pubblicitari è il 14 Giugno 2018.
Evoluzione di The Daily Telegraph: dal modello incentrato sugli abbonamenti stampa a quello delle registrazioni al sito
Grazie all’intervento di Peter Hickman, CEO di Telegraph Media Group, il gruppo ha adottato una nuova strategia: spostare l’attenzione dagli abbonamenti stampa alle registrazioni online.
Hickman spiega come l’azienda sia passata a un modello che si basa su pre-registrazioni, senza però tralasciare gli abbonamenti a pagamento: «L’obiettivo è quello di raggiungere almeno 10 milioni di utenti registrati attraverso un giornalismo di qualità. “Registrazione”, dunque, diventa la parola chiave e affinché un lettore decida di procedere a questa fase, dobbiamo creare un legame con lui. Una volta convinto l’utente a registrarsi, le informazioni che ci ha trasmesso serviranno a programmare una serie di attività ad hoc che rispecchiano il suo profilo».
Ne consegue che la creazione dei contenuti editoriali si basa perlopiù sulle registrazioni rispetto alle visualizzazioni di pagina.
Il vero motore della registrazione, quindi, è stato il giornalismo di qualità in quanto costituisce il fattore che stimola gli utenti registrati a tornare di volta in volta. Contenuti qualitativi attirano gli utenti interessati, che così aumentano sempre più. Telegraph Media Group, infatti, ha quasi raggiunto l’obiettivo prefissato per il 2018: conta già 3 milioni di utenti registrati.