Newsletter
9/17/2019
n° 15
in this issue:
- Germania: Die Zeit sulla bocca di tutti
- UK: ST Kids e ST Fashion – Autumn/Winter 2019
- Germania: Zeit Magazin Mann: intervista a Willem Dafoe
- UK: Telegraph Luxury: Speciale Men’s Style
- Russia: RBC Lifestyle magazine – Speciale Moda

A cura di: Arianna Rimoldi
Die Zeit sulla bocca di tutti
Nel mese di Agosto Giovanni di Lorenzo, da 15 anni alla guida del settimanale Die Zeit, ha rilasciato un’interessante intervista a Stefano Lorenzetto, giornalista del Corriere della Sera.
Ad oggi Giovanni di Lorenzo è l’unico italiano alla guida di una testata di prestigio internazionale che, nonostante le difficoltà in cui versa l’editoria mondiale, ha conosciuto un sostanziale incremento delle copie (da 460.000 a 500.000) diventando il primo organo di stampa di qualità più venduto in Germania.
Nel corso dell’intervista, il Direttore svela il segreto del successo di Die Zeit: «Molti lettori cercano nei giornali la conferma dei propri pregiudizi. Noi proponiamo qualcosa di audace: il confronto con pareri diversi». A tal proposito, a breve verrà introdotta una nuova sezione all’interno del giornale, intitolata “Streit” (“Litigio”): si tratta di quattro pagine dedicate allo scontro di idee, esenti dalla volgarità e dalla premeditazione dei lettori che si rifiutano di comprendere le motivazioni altrui.
Giovanni di Lorenzo, però, non è solo un abile giornalista e un originale scrittore: da 30 anni, infatti, conduce “3 nach 9”, il più longevo talkshow tedesco. Le sue innate doti di marketing, inoltre, fanno di lui un leader perfetto: «È che a volte non è facile far capire ai giornalisti che bisogna scrivere per i lettori. Una redazione deve rispecchiare la società cui si rivolge. La nostra è formata per metà da donne e abbiamo assunto anche colleghi di origine iraniana, turca, marocchina, polacca, visto che l’immigrazione riguarda un quarto dei tedeschi».
Alla domanda “Nel giornalismo schierarsi paga?”, infine, il Direttore risponde che la partigianeria toglie credibilità e definisce Die Zeit una testata “liberal”.
Ricordiamo che Die Zeit vanta ben 2.344.000 lettori (fonte: AWA 2019), ovvero + 30.000 lettori rispetto ai dati AWA 2018. Grazie a una distribuzione omogenea sull’intero territorio nazionale, negli ultimi 10 anni si è assistito a un aumento del 13% del lettorato in controtendenza rispetto all’andamento del mercato.
ST Kids e ST Fashion – Autumn/Winter 2019
Focalizzati sulle ultime tendenze della stagione Autunno/Inverno 2019, i contenuti editoriali di ST Kids e ST Fashion (allegati alle copie del The Sunday Telegraph, distribuite a Londra & South East) mirano a trasmettere una concezione di moda ben precisa: indossare un capo o un accessorio significa esplorare, nel profondo, le idee e le emozioni che hanno portato alla sua creazione.
Fra i contentuti di ST Kids, pubblicato l’1 Settembre, troviamo l’intervista di Charlie Gowans-Eglinton alle figlie di Brunello Cucinelli, le quali hanno trascorso l’infanzia presso il fiabesco borgo di Solomeo, completamente restaurato dal padre e oggi sede principale dell’azienda di famiglia.
All’interno di ST Fashion, uscito l’8 Settembre, spicca invece il servizio fotografico realizzato da Marco Van Rijt con protagonista la celebre modella anglo-marocchina Nora Attal, immortalata fra le affascinanti vie andaluse.
Ricordiamo che ST è l’unico supplemento “luxury” di un quotidiano domenicale (diffusione: 250.000 copie / 7 uscite all’anno).
Zeit Magazin Mann: intervista a Willem Dafoe
Il 3 Settembre è uscito in edicola il secondo numero di Zeit Magazin Mann. Pubblicato due volte all’anno e interamente dedicato all’universo maschile, questo magazine viene distribuito in circa 70.000 copie.
La scelta di creare una rivista del genere nasce dalla volontà del gruppo Die Zeit di colmare un gap sulla scena delle riviste maschili tedesche, rivolgendosi a un pubblico più colto, ambizioso e maturo nonché dal desiderio di fornire al lettore una testata di spessore, contraddistinta dall’alta qualità giornalistica della redazione di Die Zeit.
In copertina troviamo l’attore statunitense Willem Dafoe, attualmente residente a Roma, dove è stato intervistato da Christoph Amend, Editor in Chief del magazine: la star di Hollywood racconta della sua gioventù ribelle e della passione per la recitazione che, ad oggi, l’ha portato a essere uno degli interpreti cinematografici più acclamati e ricercati del momento. Per l’interpretazione dell’artista Vincent van Gogh nel film “Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità”, infatti, ha ricevuto ben tre riconoscimenti: la Coppa Volpi al Festival di Venezia, una nomination ai Golden Globe 2019 come miglior attore in un film drammatico e una nomination ai Premi Oscar 2019 in qualità di miglior attore protagonista.
Il reportage “moda e accessori” è dedicato agli oggetti e ai capi d’abbigliamento che, una volta acquistati, diventano subito indispensabili e intramontabili in quanto non seguono necessariamente le ultime tendenze, rivelandosi dei “classici”. Fra gli altri contenuti del numero, infine, troviamo le interviste ad Allan McGee, il manager che ha scoperto alcune tra le band più famose del Regno Unito e all’attrice Désirée Nosbusch, che rivela ai lettori i nomi e le storie degli uomini più importanti della sua vita.
Telegraph Luxury: Speciale Men’s Style
Il 7 Settembre è stato pubblicato lo Speciale Men's Style di Telegraph Luxury, all’interno del quale vengono passate in rassegna le tendenze che caratterizzeranno la stagione Autunno-Inverno 2019.
Fra i contenuti del magazine spiccano un articolo di Stephen Doig, che celebra l’arte sartoriale del laboratorio padovano di Dolce & Gabbana, dove nasce la tradizione del “Fatto a Mano” e una breve intervista a Remo Ruffini, CEO di Moncler, il quale rivela le sue “debolezze preferite”.
Ricordiamo che la testata vanta una distribuzione di 350.000 copie ed è pubblicata 8 volte all’anno.
Il reddito medio del lettorato è pari a £121.000. 7 lettori su 10 sono stati ispirati dal Telegraph a fare acquisti di lusso e spendono in media £2.841 in Men’s Style (fonte PAMCo 2018/4, TGI Clickstream Q4 2018).
RBC Lifestyle magazine – Speciale Moda
Fra i contenuti dello Speciale Moda di RBC Lifestyle magazine, pubblicato il 13 Settembre, troviamo:
- “Fashion shooting”: servizi fotografici incentrati sui capi d’abbigliamento e sugli accessori più in voga del momento;
- “I nuovi nomi della musica russa”: ritratti di alcuni dei cantanti più acclamati della scena musicale russa;
- “Moda e musica”: che cosa lega la moda alla musica? Semplice, la creazione di pezzi unici in grado di emozionare il pubblico, sia attraverso gli occhi che attraverso il suono.
Ricordiamo che RBC Lifestyle magazine è il supplemento di RBC Daily Newspaper, il quotidiano nazionale più letto: ad oggi vanta 237.700 lettori (fonte: Mediascope, NRS-Russia - May/October 2018) su tutto il territorio russo e ben 104.300 nella sola città di Mosca.
Nel 2018 la spesa dedicata al mercato del lusso, in Russia, è stata pari a 3.84 miliardi di euro (fonte: Fashion Consulting Group).